Torta di cocco e banana

Senza nostalgia


Questa è una torta di mancanze, ma non di nostalgie.
Da un po’ di tempo, sui vari blog di questa rete di goduriosi mangerecci, si inseguono ricette, piuttosto simili, in verità, di torte di cioccolato dal cuore di cocco.
E la mia cucciola ne mangerebbe a tonnellate, ma non può. Perché il cioccolato è vietato a chi ha i calcoli ai reni, e lei, nel suo piccolo, potrebbe metter su una bancarella di sassolini misti.
E allora niente cioccolato. Ma come si fa una torta al cioccolato e cocco, senza uno degli ingredienti principali? A noi non piace la nostalgia, il rimpianto, che è tristezza e un po’ compianto. Così, olè, sostituiamo l’ingrediente. Tanta vaniglia, che con il cocco è una delizia.
Imburro la teglia, peso zucchero e farina, sguscio le uova… ne servono cinque. Ecco, ne ho solo quattro! Altra mancanza, altra assenza.
Pazienza, si cambia. Ho letto da qualche parte (benedetta rete di goduriosi mangerecci!)che una banana può sostituire degnamente l’uovo. Via che si prova!

Torta al cocco e banana.

Latte 50g
Yogurt 100g
Farina 200g.
Fecola 100g.
Zucchero 150g.
Burro 150g.
Uova 4
Vaniglia 1 stecca
Lievito 1 bustina

Per il cuore:
cocco 150g
zucchero 130g.
panna liquida, 50g
banana 1
lievito 1 cucchiaino

Aprire la bacca di vaniglia, recuperare i semini con un coltello e scioglierli nel latte Unire anche la “buccia” della vaniglia e scaldare in un pentolino. Levare dal fuoco, filtrare e unire lo yogurt. Far sciogliere dolcemente il burro, meglio a bagnomaria.
Montare nell’impastatrice, o con le fruste elettriche, le uova con lo zucchero.
Unire il latte e yogurt , continuando a montare, poi il burro.
Unire le due farine, setacciate con il lievito, mescolando dal basso in alto per non smontare il composto.
Per il cuore:
frullare la banana con la panna, unire il cocco e lo zucchero con il lievito.
Versare metà composto di base in uno stampo imburrato e infarinato. Disporre con una spatola il cuore di cocco e banana, poi coprire con il rimanente composto.
Infornare a 190° per ca. 50 minuti.
Decorare a piacere, una volta freddata.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *