La Melagranata

 

La festa è finita!


Ecco qui. Sono sopravvissuta!
Festa gioiosa e faticosa! Ragazzini gentili e rumorosi, affettuosi e disordinati: caracollano, su e giù per le scale, come bisonti; gridano sempre, per esprimere qualsiasi sentimento ed emozione; mangiano come coccodrilli: tutto in un boccone e via, sgusciano lesti a giocare a ping pong, al biliardo di mio papà (!!), a ballare o a ridere, così, di niente. “Indovinate cosa penso?” è il giochino demenziale ora in voga…ma un attimo dopo li trovi seri e attenti, a discutere di morale e impegno, di sete e spreco di acqua, di energie alternative e del colore del cielo in autuno…Sono così, fatui e sensibilissimi, scioccherelli e pieni di rigore e di richieste di legalità!
Il week end è stato benedetto da un tempo splendido, 25 gradi di sole e colori autunnali! E i ragazzi han passato la domenica sdraiati sul prato del giardino, a fanfalluccare al sole.

Il menù, se volete, è stato questo:

Miniquiches ai porri/ ai funghi/ alla trevisana
Salsiccia normale e salsiccia piccante nel rotolo di pasta di pane.
Olive ascolane
Crocchette di patate
Crocchette di riso allo zafferano
Rotelle di sfoglia allo speck, parmigiano e spinaci.
Cannoli con mousse di mortadella e polvere di pistacchio.
Baci di dama salati con mousse di prosciutto al Marsala Gran Riserva.
Polpettine piccanti in bicchierini di ketchup.

Mezze penne zucca-salsiccia nella zucca gigante.

Crepes alla Nutella.
Chocolate crinkles.
Torta di compleanno.

Per il pranzo della domenica, due grandi teglie di classiche lasagne al forno.

Sono tornata a casa ieri sera davvero stanca: tra aprire e poi chiudere una casa di vacanze, e quindi pulire e ri-pulire, ordinare e conservare gli avanzi, ecc.
Oggi di cucinare non se ne parla proprio!
Così ho pensato di prendere due piccioni con una fava!! Anzi, con lo stesso post!
Vi lascio la ricetta delle lasagne di castagne, che tanti mi hanno chiesto, con un ripieno di zucca (ecco qui, il post della zucca della settimana, eh!eh!).
Un’avvertenza, lasciate la bechamelle bella morbida, per questa preparazione, che, se troppo densa, tende ad “agnuccarsi”…

Le lasagne di farina di castagne sono deliziosamente golose anche con la farcia delle lasagne d’oro o con una crema di porri, bechamelle e parmigiano. Sempre al forno a gratinare!!!

Lasagne di farina di castagne gratinate, con zucca e topinambur.

Per le lasagne:
Farina bianca, 250g
Farina di castagne,150
Acqua

Per il ripieno:
Topinambur, 6
Zucca, 300g ca
burro, un pezzetto
Olio e.v.o
Timo
Scalogno, 3

Per la bechamelle:
Burro, 40g
Farina, 40g
Latte, 500g
Noce moscata
Parmigiano grattugiato, q.b.

Impastare le farine con un pizzico di sale e l’acqua necessaria (ca.il40%) Stendere una sfoglia sottile e tagliarla a misura. Coprire con un telo pulito e preparare il ripieno.
In una larga padella mettere olio e.vo e far rosolare uno o due scalogni a pezzetti, unire la zucca, pulita e tagliata a cubetti piccoli. Far rosolare, sfumare con poco vino bianco, salare e portare a cottura, unendo una manciata abbondante di timo.
In un’altra padella far sciogliere burro e olio, rosolare uno scalogno tritato e unire i topinambur pelati e tagliati a tocchetti piccoli. Portare a cottura.
Unire le due verdure rosolate in una ciotola e mescolare bene.
Lessare le lasagne, poche per volta, in abbondante acqua bollente, con un cucchiaio di olio, per evitare che si attacchino fra loro. Scolarle con una schiumarola e stenderle mano a mano su un telo pulito.
Preparare la bechamelle, non facendola addensare troppo.

In una teglia, o in terrine individuali, versare un poco di bechamelle. Fare un primo strato di lasagne, unire le verdure saltate e qualche cucchiaio di bechamelle, spolverizzare con parmigiano . Fare un altro strato e finire con bechamelle abbondante e parmigiano.
Non fare più di due, max tre strati, altrimenti la preparazione tende a diventare pesante.
Mettere in forno già caldo a 220° per circa venti minuti, poi 5 minuti sotto il grill a gratinare.

0 Commenti

Non ci sono commenti...

Se vuoi commentare compila il form in basso.

Lascia un commento