La Melagranata

febbraio 2010

Nuvole di Liguria

Nuvolette sulla lavagna nera.
Soffici, morbide e leggere come bolle di sapone.
Nuvolette al profumo di primavera, ripiene di pesciolini minuscoli, di cipollina dolce, di foglioline fresche, rubate dal vaso del terrazzo, nel sole timido di questo faticoso febbraio.

Non friggo quasi mai, per poca abitudine, per attenzione alla salute, per pigrizia, anche.
Ma oggi, sul banco del mercato, i “gianchetti” brillavano, piccolissimi, lucidi, trasparenti! E la voglia di un “frisceu”, caldo e profumato, era irresistibile…

[Leggi tutto]

Scritto da Patrizia il 26 febbraio 2010 alle 02:50 / 0 Commenti / Link permanente

Non avevo neppure idea che esistesse, questa farina antica e saporita.
L’ho trovata, per caso, alla coop, l’altro giorno. Presidio slow food, perbacco!! Non potevo lasciarla lì, abbandonatissima in un cesto, un po’ appartata, quasi in esilio..
Sono andata a cercare nel web qualche di notizie sulla roveja che altro non è che..il pisello odoroso, il pisellino selvatico, che fa fiori così belli e profumati! (Erano la mia passione, da piccola, tanto che la mia mamma me ne aveva ornato la casa per la festa della mia prima comunione!)

[Leggi tutto]

Scritto da Patrizia il 25 febbraio 2010 alle 02:25 / 0 Commenti / Link permanente

Un week end a Catania

Chiariamo subito! Se volete un post sulle bellezze artistiche, architettoniche, naturalistiche di Catania (e ce ne sono moltissime: meritano un lungo tranquillo soggiorno, che io ho già avuto modo di compiere l’anno scorso ) non andate oltre!
Il mio lungo week-end catanese è stato all’insegna della cucina e del cibo! Dapprima nella preparazione della festa di compleanno dell’Anonima Etnea, di cui vi ho già detto, poi in piccoli assaggi e curiose incursioni in pasticcerie, bar, negozietti, putìe, chioschi. Una meraviglia!

[Leggi tutto]

Scritto da Patrizia il 24 febbraio 2010 alle 01:30 / 0 Commenti / Link permanente

Le ricette della festa

Questa l’ho fatta io. Alla festa di Flavia, intendo!
E’ stata molto apprezzata,perchè deliziosamente profumata, raffinata e gustosissima: ma in realtà è molto semplice.
La ricetta dei gamberi era già sul blog, il resto è solo scena!
Che, in fondo, ad una festa è necessaria!
Comunque abbiamo fatto così:

Riso Venere con gamberi alla vaniglia, latte di cocco e rum in gusci di cappesante.

per 12 persone

riso venere, ca. 300g
12 gusci di cappesante, ben raschiati e puliti
24 gamberi freschissimi
2 stecche di vaniglia
latte di cocco, 1 bicchiere
rum
burro, una cucchiaiata
sale

Lessare il riso venere a vapore e tenerlo in caldo
In una larga padella far spumeggiare il burro con i bacelli di vaniglia aperti e grattati, in modo che i semini si stemperino bene.
Unire i gamberi e far saltare 1 minuto. Sfumare con il rum, poi unire il latte di cocco. Far cuocere pochi minuti, aggiustare di sale e spegnere.
Distribuire un cucchiaio di riso in ogni guscio di cappasanta, guarnire con i gamberi e irrorare con il fondo di cottura.
Servire caldo.

Scritto da Patrizia il 22 febbraio 2010 alle 08:44 / 0 Commenti / Link permanente