food life photografy
La Melagranata

 

Metti un finocchio a cena: buon appetito, Mr B.

 

finocchio_a_cena

Finocchio: Termine usato per indicare in modo dispregiativo un omosessuale. Deriva dal Medioevo, quando era usanza bruciare gli omosessuali o presunti tali. Al rogo veniva aggiunta una fascina di finocchio selvatico, che si riteneva avesse il potere di purificare le carni impure.

Nel nostro Paese sta dilagando una “cultura da bar sport” che il nostro presidente del Consiglio ha fatto propria ed ha insegnato a far propria, per conquistare facile consenso: prima con le sue televisioni, ora con le sue ripetute dichiarazioni, storielle, battute e con gli esempi ripetuti, e certo poco edificanti, della sua vita semi-privata .

La donna è oggetto di ammiccamenti, di risate, di battute pesanti e complici. Sia ella Ministro o Presidente di uno Stato, abbia ruoli istituzionali o sia personaggio della cultura, dell’arte del sapere, viene considerata solo e comunque per il suo aspetto fisico: bbona o racchia. Veline da “utilizzare” o cose da rottamare! Non c’è scampo!

Gli immigrati sono negri. Da sfruttare e mandar via. Al lavoro, senza diritti, ovviamente, di giorno e che spariscano la sera! Altro che cittadinanza e scuole, per i loro figli, altro che sanità pubblica, e meno che meno luoghi di culto! 

Gli operai ringrazino (il padrone) di avere un lavoro, quando ce l’hanno, e non rompano con ‘sta storia dei diritti…quando non servono più, via! O si va in Romania… 

La cultura, roba da ‘recchioni, da rammolliti…a che serve? Diamoci un taglio! E bello grosso, magari di qualche miliardo…di euro!  

Gli omosessuali? ‘ricchioni, appunto, finocchi! Ma sì, facciamoci due risate! E che importa, poi, se un adolescente si suicida, per disperazione, se coppie gay vengono picchiate, brutalizzate, ridotte in fin di vita! Se dilaga un’onda crescente di omofobia, di disprezzo, di odio. Di mancanza di rispetto. Di mancanza di cultura.

Basta etichette becere, per favore! Lo diceva Giovanna, in un post bellissimo, qualche giorno fa!

Ringrazio La gaia celiaca e Norma, per la bellissima iniziativa, a cui aderisco con un paio di ricette.

La prima è di Maria, che non ha un blog, ma ha cuore e cervello,  e mani d’oro che sanno cucinare!

E’ pure una bella donna, Presidente, ma questo non le ha impedito di essere intelligente, ironica e una fantastica cuoca!

Un piccolo ripasso, poi, ogni tanto, fa bene a tutti!

Dalla Risoluzione del Parlamento europeo del 26 aprile 2007 sull’omofobia in Europa



Il Parlamento europeo ,

 –   visti gli strumenti internazionali che garantiscono i diritti dell’uomo e le libertà fondamentali e vietano la discriminazione, in particolare la Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali (CEDU),

(….)

 B.   considerando che le dichiarazioni e le azioni dei dirigenti politici e religiosi hanno un impatto considerevole sull’opinione pubblica e che quindi essi hanno l’importante responsabilità di contribuire in modo positivo a un clima di tolleranza e parità,

(…)

7.   condanna i commenti discriminatori formulati da dirigenti politici e religiosi nei confronti degli omosessuali, in quanto alimentano l’odio e la violenza, anche se ritirati in un secondo tempo, e chiede alle gerarchie delle rispettive organizzazioni di condannarli;

e un’occhiata qui

 

 

INSALATA ARANCE E FINOCCHI di Maria Toti.

insalata_di_finocchi  

 4 quattro arance di sicilia 

 2 finocchi grossi

 4 cipollotti o scalogni

 olio

 sale pepe 

 limone o aceto

Pelare le arance a vivo ed farle a fettine sottili, pulire i  finocchi quindi tagliarli a  fette e a listarelle piuttosto sottili; tagliare le cipolle a julienne mettere il tutto in una insalatiera e condire con sale pepe olio e limone.

0 Commenti

Non ci sono commenti...

Se vuoi commentare compila il form in basso.

Lascia un commento