1

Pasta e fagioli alla calabrese, di Daniela C.

Traguardi, deliri e pasta e fagioli!

 

Sono sparita per qualche giorno: ve ne siete accorti? A mia discolpa vi dico che, con la collaborazione  indispensabile, ineludibile e preziosissima di Cristina, ho terminato la stesura del nostro libro di ricette. Ce la faremo entro la settimana ad averlo pronto? Incrociate le dita. Ora aspettiamo solo le illustrazioni dei ragazzi dell’Accademia di Belle Arti di Genova, che ci regalano i loro capolavori. E poi…fiocchino le prenotazioni! Abbiamo ricevuto anche una sponsorizzazione che coprirà in gran parte le spese del libro, così potremo devolvere davvero quasi tutto ai piccoli di Rocchetta.
Finito il tour de force del catering della scorsa settimana, sto organizzando ora la festa di sabato prossimo: il non-matrimonio della Perla.  Lei e il suo amore stanno terminando i lavori nella loro casetta e sabato festeggiano l’inizio della loro vita a due. Avremo una sessantina di ospiti…
Si accettano, anzi si anelano, suggerimenti per il menù!
Nel frattempo, il delirio qui è assicurato: tra controllare i lavori, ordinare elettrodomestici e accessori, scegliere servizi di piatti, posaterie, cristalli…aiuto!!! Mentre VOI pensate a cosa IO dovrò cucinare per sabato, intanto, gustatevi questa fantastica zuppa, che ci manda Daniela, splendida elegantissima Signora del Forum della Cucina Italiana.

Pasta e fagioli alla calabrese, di Daniela C.

 

In una pentola mettere olio ed uno spicchio d’aglio sbucciato. Far dorare. Poi aggiungere pomodori pelati (circa 2) o l’equivalente di pomodori freschi sbucciati, privati dei semi e ridotti a filetti. Attenti agli schizzi!!!! Far insaporire rapidamente, aggiungere i borlotti, mescolare bene per insaporire, aggiungere basilico intero, acqua calda, sale e peperoncino se vi piace. Quando sono quasi cotti versare i ditali allungando il brodo, se serve, con un po’ di acqua calda. Regolare di sale. A metà cottura della pasta spegnere il fuoco e far continuare la cottura col calore accumulato. Questo è importante anche per far “rassettare” il piatto. La consistenza finale deve essere giustamente cremosa, non liquida. Non serve frullare i fagioli, l’amido della pasta fa tutto da solo. Prima di servire aggiungere abbondante basilico spezzettato grossolanamente e, una volta impiattato, un filo di olio. Qualche volta insieme ai fagioli da rosolare nel soffritto metto anche patate a dadi.

 

Comments 1

Rispondi a federica Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *