2

I brownies

I brownies.

 

Sono in ritardo, lo so. Vi avevo promesso una ricetta festaiola ogni lunedì..e invece lunedì ero stanca morta. La fotografa è partita per Praga alle 5 del mattino e la giornata è cominciata molto prima, tra chiudi valigia, mi son dimenticata di infilarci una cosa, riapri- aggiungi-richiudi valigia, pesa la valigia che poi non me la fanno passare, e i documenti, e porta giù la Tilly, e la Tilly fa pipì nel portone e risali a prendere stracci e riscendi a pulire, e riporta su Tilly e riscendi e parti, e non c’è più gasolio e arriva all’appuntamento per un pelo, e saluti e… insomma il post è qui, ora.
Son biscottini, dolcetti morbidi e piccini. Si preparano in mezz’ora e si spazzolano in due minuti. Sono fantastici per accompagnare il caffè, il tè del pomeriggio, perché son piccini, appunto: non spaventano, ma coccolano.
La ricetta è una garanzia: ormai la faccio senza quasi pesare gli ingredienti!

I brownies

150 g burro
250 g zucchero
75 g cacao amaro (in polvere)
1/4 cucchiaino sale
1/2 cucchiaino essenza di vaniglia (io uso mezza baccello di vaniglia, se non trovo l’essenza naturale)
2 uova, fredde
60 g farina
50 g noci tritate (facoltativo)

Scaldate il forno a 180 gradi.
Foderate di carta da forno una teglia quadrata di circa 20 cm.
Fondete a bagnomaria il burro, zucchero cacao, e sale, mescolando tanto in tanto finche’ il composto e liscio e caldo. Togliete dal fuoco il pentolino e lasciate  raffreddare un leggermente.
Unite l’essenza di vaniglia (oppure aggiungo al composto di burro, zucchero e cacao ancora a bagnomaria, il mezzo baccello, dopo averlo aperto ed averne raccolto la polpa, che mescolerò bene al tutto. Poi eliminerò il baccello) e mescolate con un cucchiaio di legno. Incorporate le uova, una per volta, e mescolando vigorosamente dopo ogni aggiunta. Quando il composto e’ denso e omogeneo, aggiungete la farina e sbattete con forza per un paio di minuti.
Se le usate, aggiungete le noci a questo punto.
Versate ora il composto nella teglia e infornate per 20-25 minuti a 180 gradi.
Cuocete finche’ un stecchino infilzato nel dolce ne esce ancora con qualche briciola attaccata.
Tagliate in 16-25 quadratini.
Io poi spolvero appena di zucchero a velo.

 

 

 

Comments 2

  1. Patrizia Post
    Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *