7

Koresh-te beh (Spezzatino alle mele cotogne)

Koresh-te beh, uno spezzatino alle mele cotogne.   Vapore, penombra, voci lievi di donne e suoni di târ e dayeréh, profumi di cedro, di sandalo e gelsomino, il fresco ristoro del limone e il conforto del tè al cardamomo, la risata leggera di Mehrnoosh e lo sguardo intenso, il sorriso dolce di  Sharoreh. L’hammam è luogo di benessere, da sempre, tradizione antica di …

15

Polpettine speziate (quasi Kofte)

polpettine

Il fattore K. Le mie Kufta: polpettine speziate e piccanti.   L’ho detto spesso: quando ho ospiti preparo piatti che conosco bene; non sperimento, non rischio. Se voglio proporre una nuova ricetta, la studio nei giorni precedenti al ricevimento, la provo, la sottopongo al giudizio delle figlie, la perfeziono. Quasi sempre. Qualche giorno fa, avevo a casa, per un aperitivo-cena in …

1

Stracotto di manzo al Chianti

A pranzo da Maria.   (T.Signorini. Pascoli a Castiglioncello) Oggi venite con me: andiamo a pranzo fuori! La strada bianca si inerpica lenta su per le colline boscose e poi  ruscella tra le ampie campiture di verde inondate di luce.   Nei boschi, lassù, cinghiali e caprioli e tra i rami più nascosti o tra le pietre di antiche mura …

12

Il tocco alla genovese del Nonno Nanni.

U tuccu.   Aveva mani grandi, forti e gentili; voce tonante, mai sgarbata. Passava la lucidatrice, di domenica, e lavava i piatti che una moglie stizzosa e lamentevole “non si sentiva” mai di fare. Aveva lavorato duramente tutta la vita e raccontava volentieri di cantieri e ferrovie, di uomini e cose, di amici e compagni di una guerra che si …

6

Arrosto profumato alle taggiasche

Il coniglio scappato.   Questa casa è uno zoo. L’avrete già capito, immagino. Quando mi alzo, al mattino presto, la cagnolina alza lo sguardo assonnato, sotto le palpebre pesanti e scende dalla cuccia, scondinzolando. La gatta miagola, chiusa in cucina, aspettando che io entri a prepararmi il primo caffé della giornata. Si struscia sulle mie gambe, alla ricerca della carezza …

Kåldolmar (involtini di cavolo)

Pacchi e pacchetti.   Le gambotte della bimba dondolavano, chiuse nei calzettoni traforati bianchi, sotto il tavolo dell’ariosa cucina. E poi, zia? L’onda dei capelli scuri, un po’ cotonati, spinta indietro dalle belle mani, l’anello antico di corallo, il lampo di luce bruna negli occhi ridenti. E poi …l’uovo. Lo apriamo qui… Ora abbiamo tutto, zia? C’era fiducia, attesa ed …

Arrosto di vitella all’uva e rosmarino.

Chicchi… Portano fortuna, si dice. Tutto ciò che è piccolo e tondeggiante: lenticchie, ceci, uva, appunto. E la melagrana, ovviamente! Da sempre vengono considerati simbolo di prosperità, di fertilità, di ricchezza. E uva sia. Dolce, dalla polpa zuccherina, profumata di autunno, di cieli sereni, dei caldi raggi catturati al sole estivo.

Filetto di maiale al profumo di pompelmo rosa, con anguria e miele d’acacia.

W l’Italia! E un filetto tricolore!     Oggi gioca l’Italia. Si, e lo so, che gioca nel pomeriggio! Ma oggi a pranzo ho preparato un filetto di maiale, vagamente tricolore! Una specie di incoraggiamento, di piatto benaugurale! Speriamo! Quando ero a Parigi, sfogliando, in un bel negozio di cui presto vi parlerò,  un libro di cucina, mi ero imbattuta nella ricetta di un …

3

Arrosto girato di Maria

Da Siena, con amore! La Schiodonata, ovvero l’arrosto girato di Maria Pochi giorni fa vi ho raccontato del mio soggiorno a Siena, da amici deliziosi. Maria ha mani preziose: cucinano pietanze meravigliose, disegnano nell’aria progetti, raccolgono erbe nel piccolo orto dei sempici e accarezzano Pablo, il cocker nero e monello che non la lascia mai. Maria cucina piatti incredibili della …